sabato 26 aprile 2014

SE A FILARE VIENE APPETITO....





Preparando i dettagli per il CORSO DI FILATURA del 17 e 18 Maggio  che si avvicina, il primo che volgiamo assolutamente condividere in anteprima, è il menù di pranzi e merende....

questo perchè con questo primo corso che faremo nella nuova sede, vogliamo consolidare una buona abitudine, per ora nostra, di coniugare esperienze piacevoli come la filatura in questo caso, con sinergie e amicizie altrettanto buone da condividere con ospiti, amici e partecipanti.

Detto in parole povere, le nostre esperienze saranno accompagnate da sempre da tè, pasticcini e buoni stuzzichini, e  anche se si tratterà di intere pause pranzo, opteremo per  cucina bio, ottima e salutare.



Abbiamo quindi chiesto alle amiche del COLLETTIVO BABETTE di prepararci  pranzi e merende ed ecco la loro proposta (che ovviamente abbiamo accettato!!)... non farsi ingannare dall'apparenza iper salutista, sono pappe buone :


MENU' SABATO
 insalatina di stagione con vinaigrette
 gnocchetti di patate e carote conditi con salsina all'olio evo e sesamo
quiche di asparagi

MERENDA: 
cheescake alla frutta
te' bancha sempre a disposizione


***


MENU' DOMENICA
insalatina di stagione con vinaigrette
riso basmati, involtino speziato di lenticchie, verdure di stagione saltate, tegoline di ceci

MERENDA: 
tortina di mandorle con crema al cioccolato
te' bancha sempre a disposizione



ingredienti 100% vegetali (no formaggio, latte, uova)


PRONTI A FILARE IL BLU??

lunedì 21 aprile 2014

Ultimi appuntamenti di "Arte in fibre" alla DEA

Siamo ormai giunte ai nostri ultimi incontri di "Arte in fibre" presso la Biblioteca De Amicis di Genova.

Ecco quindi le locandine e le date degli ultimi incontri per adulti e bambini:


SABATO 10 MAGGIO DALLE 15.30 ALLE 17.00



_________________________________________________________________________________

SABATO 10 MAGGIO DALLE 9.30 ALLE 11.30





martedì 15 aprile 2014

Litanìa

E mentre ci prepariamo per il workshop di filatura che si terrà a Genova il 

17 e 18 Maggio prossimi, voglio regalarvi un'affresco della nostra 

meravigliosa città attraverso le parole di Giorgio Caproni....


Genova mia città intera. 

Geranio. Polveriera. 
Genova di ferro e aria, 
mia lavagna, arenaria.

Genova città pulita. 
Brezza e luce in sa
lita. 
Genova verticale, 
vertigine, aria scale.

Genova nera e bianca. 
Cacumine. Distanza. 
Genova dove non vivo, 
mio nome, sostantivo.

Genova mio rimario. 
Puerizia. Sillabario. 
Genova mia tradita, 
rimorso di tutta la vita.

Genova in comitiva. 
Giubilo. Anima viva. 
Genova in solitudine, 
straducole, ebrietudine.

Genova di limone. 
Di specchio. Di cannone. 
Genova da intravedere, 
mattoni, ghiaia, scogliere.

Genova grigia e celeste. 
Ragazze. Bottiglie. Ceste. 
Genova di tufo e sole, 
rincorse, sassaiole.

Genova tutta tetto. 
Macerie. Castelletto. 
Genova d'aerei fatti, 
Albaro, Borgoratti.

Genova che mi struggi. 
Intestini. Caruggi. 
Genova e così sia, 
mare in un'osteria.

Genova illividita. 
Inverno nelle dita. 
Genova mercantile, 
industriale, civile.

Genova d'uomini destri. 
Ansaldo. San Giorgio. Sestri. 
Genova in banchina, 
transatlantico, trina.

Genova tutta cantiere. 
Bisagno. Belvedere. 
Genova di canarino, 
persiana verde, zecchino.

Genova di torri bianche. 
Di lucri. Di palanche. 
Genova in salamoia, 
acqua morta di noia.

Genova di mala voce. 
Mia delizia. Mia croce. 
Genova d'Oregina, 
lamiera, vento, brina.

Genova nome barbaro. 
Campana. Montale, Sbarbaro. 
Genova dei casamenti 
lunghi, miei tormenti.

Genova di sentina. 
Di lavatoio. Latrina. 
Genova di petroliera, 
struggimento, scogliera.

Genova di tramontana. 
Di tanfo. Sottana. 
Genova d'acquamarina, 
area, turchina.

Genova di luci ladre. 
Figlioli. Padre. Madre. 
Genova vecchia e ragazza, 
pazzia, vaso, terrazza.

Genova di Soziglia. 
Cunicolo. Pollame. Trilia. 
Genova d'aglio e di rose, 
di Pré, di Fontane Masrose.

Genova di Caricamento.
Di Voltri. Di sgomento. 
Genova dell'Acquasola, 
dolcissima, usignuola.

Genova tutta colore. 
Bandiera. Rimorchiatore. 
Genova viva e diletta, 
salino, orto, spalletta.

Genova di Barile. 
Cattolica. Acqua d'Aprile. 
Genova comunista, 
bocciofila, tempista.

Genova di Corso Oddone. 
Mareggiata. Spintone. 
Genova di piovasco, 
follia, Paganini, Magnasco.

Genova che non mi lascia. 
Mia fidanzata. Bagascia. 
Genova ch'è tutto dire, 
sospiro da non finire.

Genova quarta corda. 
Sirena che non si scorda. 
Genova d'ascensore, 
paterna, stretta al cuore.

Genova mio pettorale. 
Mio falsetto. Crinale. 
Genova illuminata, 
notturna, umida, alzata.

Genova di mio fratello. 
Cattedrale. Bordello. 
Genova di violino, 
di topo, di casino.

Genova di mia sorella. 
Sospiro. Maris Stella. 
Genova portuale, 
cinese, gutturale.

Genova di Sottoripa. 
Emporio. Sesso. Stipa. 
Genova di Porta Soprana, 
d'angelo e di puttana.

Genova di coltello. 
Di pesce. Di mantello. 
Genova di lampione 
a gas, costernazione.

Genova di Raibetta. 
Di Gatta Mora. Infetta. 
Genova della Strega, 
strapiombo che i denti allega.

Genova che non si dice. 
Di barche. Di vernice. 
Genova balneare, 
d'urti da non scordare.

Genova di "Paolo & Lele". 
Di scogli. Furibondo. Vele. 
Genova di Villa Quartara, 
dove l'amore s'impara.

Genova di caserma. 
Di latteria. Di sperma. 
Genova mia di Sturla, 
che ancora nel sangue mi urla.

Genova d'argento e stagno. 
Di zanzara. Di scagno. 
Genova di magro fieno, 
canile, Marassi, Staglieno.

Genova di grige mura. 
Distretto. La paura. 
Genova dell'entroterra, 
sassi rossi, la guerra.

Genova di cose trite. 
La morte. La nefrite. 
Genova bianca e a vela, 
speranza, tenda, tela.

Genova che si riscatta. 
Tettoia. Azzurro. Latta. 
Genova sempre umana, 
presente, partigiana.

Genova della mia Rina. 
Valtrebbia. Aria fina. 
Genova paese di foglie 
fresche, dove ho preso moglie.

Genova sempre nuova. 
Vita che si ritrova. 
Genova lunga e lontana, 
patria della mia Silvana.

Genova palpitante. 
Mio cuore. Mio brillante. 
Genova mio domicilio, 
dove m'è nato Attilio.

Genova dell'Acquaverde. 
Mio padre che vi si perde. 
Genova di singhiozzi, 
mia madre, Via Bernardo Strozzi.

Genova di lamenti. 
Enea. Bombardamenti. 
Genova disperata, 
invano da me implorata.

Genova della Spezia. 
Infanzia che si screzia. 
Genova di Livorno, 
Partenza senza ritorno.

Genova di tutta la vita. 
Mia litania infinita. 
Genova di stocafisso 
e di garofano, fisso 
bersaglio dove inclina 
la rondine: la rima.

Giorgio Caproni

A presto Federica e Stefania

Un nuovo anno sta per cominciare...

Eh si perchè ci sono due calendari in vigore: quello solare e quello didattico o delle attività che inizia con il mese di Settembre. Solit...